Una domenica senza sport

Published by paginedistoria on

 
5 febbraio 1995. Era il 29 gennaio 1995 quando il giovane tifoso rossoblù Vincenzo Spagnolo venne ucciso a coltellate dall’ultrà milanista Simone Barbaglia prima della sfida di campionato Genoa-Milan. L’omicidio dette una violenta scossa al mondo del calcio. Il presidente del Coni Mario Pescante impose – non senza polemiche – una domenica di sospensione. Fu la prima interruzione del massimo campionato italiano, esclusi i periodi a cavallo tra le due guerre mondiali. La Gazzetta dello Sport di domenica 5 febbraio 1995 dedica una sovra copertina speciale all’omicidio di Spagnolo dal titolo “Non si può morire per una partita”. All’interno, in occasione della giornata di silenzio dello sport italiano, viene pubblicato l’intervento del capo della Polizia Ferdinando Masone: «Per tutti gli appassionati dello sport, la giornata di oggi, forse, non sarà domenica e, per una volta, non sarà celebrata la festa del calcio. Gli stadi resteranno aperti solo ai ricordi, tutti osserveranno una pausa di silenzio, ciascuno dovrà riflettere sulla insensata , folle degenerazione che, la settimana scorsa, è costata la vita ad un ragazzo di soli venticinque anni […] Il rinnovato impegno degli Organi federali e delle società sportive, il prezioso contributo del mondo della cultura, lo sforzo massimo delle Autorità, gli invocati interventi normativi concorreranno, nel loro insieme, a rendere possibile, nella piena legalità, il confronto tra le varie tifoserie, confronto che auspico possa assai presto tornare ad essere incontro tra quanti condividono i valori dello sport».

La Gazzetta dello Sport di domenica 05 febbraio 1995


«Era necessario fermarsi, non solo per il rispetto della giovane vittima, dei suoi familiari, della società civile, ma anche per nutrire una certezza: che il calcio, superato il vortice della violenza di pochi, torni ad essere momento di incontro e di crescita del vivere civile»

Ferdinando Masone


Google (Noto Emoji - Unicode 15.0)

📝 Sentitevi liberi di interagire con i vostri commenti, proposte o considerazioni. Non mancate di scrivermi se conservate anche voi questo giornale o altri importanti quotidiani storici.

👉🏻 Seguimi sulla mia pagina Instagram @paginedistoria per ritrovare questo e molti altri eventi storici e sportivi da rivivere nelle prime pagine dei giornali.

/ 5
Grazie per aver votato!