L’omicidio di Aldo Moro

Published by paginedistoria on

9 maggio 1978. Aldo Moro viene giustiziato dalle Brigate Rosse. Dopo 55 giorni di sequestro, il corpo del leader democristiano, accolto in alcune coperte, viene ritrovato collocato sul sedile posteriore di una Renault rossa parcheggiata in via Michelangelo Caetani a pochi passi dalle sedi del partito comunista e della DC. Il ritrovamento è avvenuto solo a seguito di una telefonata anonima in questura che annunciava la presenza di un ordigno. Il Corriere d’Informazione di martedì 9 maggio 1978 titola: «Moro trovato morto». Nell’articolo dedicato in prima pagina a cura della Redazione possiamo leggere: «Secondo le prime frammentarie notizie è stata una telefonata anonima, giunta al centralino della questura poco dopo le 13.30, a segnalare la presenza di quell’auto – una Renault R-4 – posteggiata in via Caetani. La voce sconosciuta aveva riferito che sull’auto c’era una bomba. Un pretesto, evidentemente che doveva servire ai terroristi per far accorrere la polizia. Gli agenti giunti sul posto si sono avvicinati all’auto con precauzione. Tutta la zona è stata isolata. La strada è stata sbarrata, il traffico è stato dirottato su altre vie. Su quella Renault non c’erano bombe, sul sedile posteriore, avvolto in alcune coperte, c’era il corpo dell’onorevole Moro».

Corriere della Sera di martedì 9 maggio 1978

«Il cadavere dell’onorevole Moro è stato riconosciuto da un poliziotto. Immediatamente, la tremenda notizia è giunta in piazza del Gesù, dove si stava svolgendo la direzione democristiana. È stato Benigno Zaccagnini, con la voce rotta dal pianto, a dare la notizia che Moro era stato ucciso e che il suo corpo era stato ritrovato in una macchina, lasciata poco lontana»

Redazione Corriere d’Informazione


Google (Noto Emoji - Unicode 15.0)

📝 Sentitevi liberi di interagire con i vostri commenti, proposte o considerazioni. Non mancate di scrivermi se conservate anche voi questo giornale o altri importanti quotidiani storici.

👉🏻 Seguimi sulla mia pagina Instagram @paginedistoria per ritrovare questo e molti altri eventi storici e sportivi da rivivere nelle prime pagine dei giornali.

/ 5
Grazie per aver votato!