L’attentato a Ronald Reagan

Published by paginedistoria on

30 marzo 1981. Il 40° Presidente degli Stati Uniti Ronald Reagan fu gravemente ferito da uno dei sette colpi di arma di fuoco sparati da John Hinckley, uno squilibrato innamorato di Jodie Foster che con questo gesto voleva attirare la sua attenzione, mentre si trovava a Washington per un discorso sindacale. Il fatto ebbe luogo mentre Reagan usciva dall’hotel Hilton scortato dai suoi agenti. Nel mentre salutava i suoi cittadini, il giovane texano Hinckley sparò contro il Presidente e la sua scorta. Reagan fu ferito gravemente ma sopravvisse. Il portavoce della Casa Bianca James Brady ebbe la peggio perché le lesioni subite gli procurarono una paralisi a vita. Il Corriere della Sera di martedì 31 marzo 1981 titola in prima pagina “Reagan ferito in un attentato”. Nell’articolo di fondo, ‘Il prezzo della libertà’ a cura della Redazione, possiamo leggere: «Il grande libero Paese da cui dipendono tanti destini dall’intero mondo, registra nelle sue pagine anche queste azioni solitarie che, nelle loro conseguenze, fanno tremare intere nazioni, interi blocchi dello schieramento degli Stati. Il sangue è sempre stato una parte della storia, è una verità che non è il caso di scoprire in questa drammatica notte».

Corriere della Sera di martedì 31 marzo 1981


«Una segreta, violenta componente dell’America ogni tanto esplode come la vena segreta d’un vulcano. In questa vena, sono compresi gli umori contradditosi d’una storia ancora giovane, che spesso si è radicalizzata. In aspre contese, in selvagge rese di conti. Si pensa al West, a quei larghi cappelli che Reagan è così fiero di poter portare. La libertà ha anche questi prezzi che si pagano purché resti la libertà»

Redazione Corriere della Sera


Google (Noto Emoji - Unicode 15.0)

📝 Sentitevi liberi di interagire con i vostri commenti, proposte o considerazioni. Non mancate di scrivermi se conservate anche voi questo giornale o altri importanti quotidiani storici.

👉🏻 Seguimi sulla mia pagina Instagram @paginedistoria per ritrovare questo e molti altri eventi storici e sportivi da rivivere nelle prime pagine dei giornali.

/ 5
Grazie per aver votato!