L’annessione dell’Etiopia al Regno d’Italia

Published by paginedistoria on

5 maggio 1936. La guerra d’Etiopia (nota anche come campagna d’Etiopia) fu un conflitto armato che si svolse dal 3 ottobre 1935 e vide contrapposti il Regno d’Italia e l’Impero d’Etiopia. Condotte inizialmente dal generale Emilio De Bono, rimpiazzato poi dal maresciallo Pietro Badoglio, le forze italiane invasero l’Etiopia. Nonostante una dura resistenza, le forze etiopi furono soverchiate dalla superiorità numerica e tecnologica degli italiani e il conflitto, che fu la campagna coloniale più grande della storia, si concluse con l’ingresso delle forze di Badoglio nella capitale Addis Abeba il 5 maggio 1936. Il Corriere della Sera di mercoledì 6 maggio 1936 titola: «Storico annuncio del Duce. La guerra è finita. L’Etiopia è italiana. Badoglio è entrato in Addis Abebà». Nell’articolo dedicato a cura della Redazione possiamo leggere: «Pare un sogno, ed è una smagliante realtà. L’Italia ha vinto in ette mesi una guerra che, per le difficoltà d’ogni genere da essa presentate, sembrava poter durare un tempo quasi illimitato».

Corriere della Sera di mercoledì 6 maggio 1936

«Durante i trenta secoli della sua storia, l’Italia ha vissuto molte ore memorabili, ma questa di oggi è certamente una delle più solenni. Annuncio al popolo italiano e al mondo che la guerra è finita. Annuncio al popolo italiano e al mondo che la pace è ristabilita. Non è senza emozione e senza fierezza che, dopo sette mesi di aspre ostilità, pronuncio questa grande parola. Ma è strettamente necessario che io aggiunga che si tratta della nostra pace, della pace romana, che si esprime in questa semplice, irrevocabile, definitiva proposizione: l’Etiopia è italiana! Italiana di fatto, perché occupata dalle nostre armate vittoriose; italiana di diritto, perché col gladio di Roma è la civiltà che trionfa sulla barbarie, la giustizia che trionfa sull’arbitrio crudele, la redenzione dei miseri che trionfa sulla schiavitù millenaria. Con le popolazioni dell’Etiopia, la pace è già un fatto compiuto. Le molteplici razze dell’ex-impero del leone di Giuda hanno dimostrato, per chiarissimi segni, di voler vivere e lavorare tranquillamente all’ombra del tricolore d’Italia. I capi ed i « ras » battuti e fuggiaschi non contano più e nessuna forza al mondo potrà mai più farli contare»

Benito Mussolini


Google (Noto Emoji - Unicode 15.0)

📝 Sentitevi liberi di interagire con i vostri commenti, proposte o considerazioni. Non mancate di scrivermi se conservate anche voi questo giornale o altri importanti quotidiani storici.

👉🏻 Seguimi sulla mia pagina Instagram @paginedistoria per ritrovare questo e molti altri eventi storici e sportivi da rivivere nelle prime pagine dei giornali.

/ 5
Grazie per aver votato!