Il bombardamento dell’abbazia di Montecassino

Published by paginedistoria on

 
15 febbraio 1944. L’abbazia di Montecassino è stata sfortunatamente al centro della scena di numerosi conflitti, saccheggi e distruzioni nel corso della storia e, più di recente, durante la Seconda Guerra Mondiale è stato luogo di uno dei più devastanti bombardamenti aerei. Nel 1944, durante la battaglia di Cassino, migliaia di bombe alleate furono sganciate sul rilievo laziale, riducendo completamente in macerie il luogo storico e sacro con il suo monastero benedettino, mietendo anche molte vittime. Le forze alleate sospettavano erroneamente la presenza di reparti tedeschi al suo interno. Sebbene non sia inusuale per siti importanti e per grandi città essere distrutti durante una guerra, quella di bombardare Montecassino non fu una decisione semplice da prendere per gli alleati e per alcuni rimane ancora materia controversa. Sul Corriere della Sera di mercoledì 16 febbraio 1944, il giornale pone in primo piano “l’orda aerea dei vandali”. Dall’articolo di fondo della Redazione possiamo leggere: “Cento apparecchi americani si sono portati stamane sul cielo di Monte Cassino e hanno fatto precipitare il loro carico di bombe sulla famosa abbazia benedettina. La tremenda cateratta di esplosivo era da poco cessata e dai fumi della polvere e degli scoppi cominciavano a emergere le sagome, orribilmente sconvolte e deturpate, dell’insigne monumento […] Ben sapevano gli alleati l’importanza eccezionale dal punto di vista storico, culturale e artistico, dell’abbazia, tanto che la loro propaganda da qualche giorno si è affaticata a escogitare pretesti per compierne la distruzione».

Corriere della Sera di mercoledì 15 febbraio 1944


«Il comando alleato non ha esitato oggi ad annunciare l’avvenuto bombardamento. Si direbbe che, esasperati dalla ferrea resistenza opposta dalle forze germaniche nella battaglia in corso a Cassino, gli anglo-americani abbiano voluto così ciecamente sfogarsi»

Redazione Corriere della Sera


Google (Noto Emoji - Unicode 15.0)

📝 Sentitevi liberi di interagire con i vostri commenti, proposte o considerazioni. Non mancate di scrivermi se conservate anche voi questo giornale o altri importanti quotidiani storici.

👉🏻 Seguimi sulla mia pagina Instagram @paginedistoria per ritrovare questo e molti altri eventi storici e sportivi da rivivere nelle prime pagine dei giornali.

/ 5
Grazie per aver votato!