Giosuè Carducci

Published by paginedistoria on

16 febbraio 1907. Poeta, scrittore e critico letterario italiano, titolare della cattedra di Letteratura Italiana all’Università di Bologna dal 1860 al 1904, tra il 1850 e il 1860 pubblica la sua prima raccolta di poesie, Juvenilia. Seguiranno Levia Gravia, Inno a Satana, Giambi ed Epòdi, Odi barbare. Giosuè Carducci fu definito “Vate della Terza Italia” per la concezione eroica della sua poesia che glorificava i personaggi del Risorgimento e per il passato da patriota. Nel 1906, pochi mesi prima della morte, è il primo italiano a essere insignito del Premio Nobel per la Letteratura, con la seguente motivazione: “Non solo in riconoscimento dei suoi profondi insegnamenti e ricerche critiche, ma su tutto un tributo all’energia creativa, alla purezza dello stile ed alla forza lirica che caratterizza il suo capolavoro di poetica”. Sul Corriere della Sera di mercoledì 16 febbraio 1907, il giornale pone a tutta pagina il suo ricordo. Dall’articolo di fondo della Redazione possiamo leggere: “È morto. Oh come si levano, come s’affollano i fantasmi della sua arte, come romba, nel primo silenzio del doloroso raccoglimento, il fiume impetuoso della sua poesia; come, avanti il clamore del compianto nazionale, riecheggia di supremo saluto il coro dei suoi canti. Taciuta s’è per sempre la nobile voce paterna. E uno sgomento ci umilia. Come era solo nella sua grandezza! Uomo e poeta, nella vita e nell’arte, egli alla nostra generazione l’esempio ammirabile e incomparabile della virtù latina fatta di forza e rettitudine».

Corriere della Sera di sabato 16 febbraio 1907


«Ah per te Orazio prèdica al vento!
 

Del patrio carcere non sei contento,


la chiave abomini grata a i pudichi,


agogni a l’aere de’ luoghi aprichi.


E dove, o misero, dove n’andrai.


Dove un ricovero trovar potrai,


o de’ miei giovini lustri diletto,


o mio carissimo tenue libretto?»

Juvenilia (incipit)


Google (Noto Emoji - Unicode 15.0)

📝 Sentitevi liberi di interagire con i vostri commenti, proposte o considerazioni. Non mancate di scrivermi se conservate anche voi questo giornale o altri importanti quotidiani storici.

👉🏻 Seguimi sulla mia pagina Instagram @paginedistoria per ritrovare questo e molti altri eventi storici e sportivi da rivivere nelle prime pagine dei giornali.

/ 5
Grazie per aver votato!