Emiliano Mondonico

Published by paginedistoria on

29 marzo 2018. Dopo una difficile lotta contro un tumore si è arreso a 71 anni il calciatore/allenatore Emiliano Mondonico che rese grandi le storie di Cremonese, Atalanta e Torino. Miglior marcatore di sempre della sua Cremona, il calcio italiano perde uno dei più grandi protagonisti del pallone di provincia. Resta nell’immaginario collettivo l’episodio della sedia agitata in aria durante la finale di Coppa UEFA persa dal suo Torino a beneficio dell’Ajax, pur non conoscendo sconfitta nel doppio confronto, in segno di protesta verso l’arbitraggio ritenuto da lui particolarmente sfavorevole; per tale gesto rimediò una giornata di squalifica, che nel prosieguo della lunga carriera di allenatore non ebbe mai l’occasione di scontare. La Gazzetta dello Sport di venerdì 30 marzo 2018 titola in prima pagina “Ciao Mondo” con una bella rappresentazione in sfondo dell’episodio della sedia alzata. Nell’articolo interno, ‘Un mondo di onestà, in alto le sedie’ a cura di Luigi Garlando, possiamo leggere: «Impugnò la Cremonese come una sedia e la sollevò in serie A dopo 54 stagioni. E poi tirò su anche l’Atalanta, addirittura fino a una semifinale di Coppa Coppe.; e il Toro, fino a una finale Uefa e a una Coppa Italia vinta. Una lunga carriera sempre in lotta contro i più forti, in un infinito ’68 […] Gli ultimi suoi giocatori sono stati bambini d’oratorio e reduci da dipendenze. Coi più deboli fino in fondo. L’ultimo catenaccio lo ha organizzato contro il cancro: 7 anni in difesa. Emiliano Mondonico è morto, ma non ha perso. Chi ha vissuto come lui, vince sempre. In alto le sedie per il Mondo».

Gazzetta dello Sport di venerdì 30 marzo 2018


«Noi siamo gli indiani contro i cowboy. Chissà che una volta gli indiani non vincano la loro battaglia»

Emiliano Mondonico


Google (Noto Emoji - Unicode 15.0)

📝 Sentitevi liberi di interagire con i vostri commenti, proposte o considerazioni. Non mancate di scrivermi se conservate anche voi questo giornale o altri importanti quotidiani storici.

👉🏻 Seguimi sulla mia pagina Instagram @paginedistoria per ritrovare questo e molti altri eventi storici e sportivi da rivivere nelle prime pagine dei giornali.

/ 5
Grazie per aver votato!